Lettera AMCI Genova marzo 2020

Cari Amici e Colleghi,

di seguito quello che non avrei mai voluto scrivere.
Come avrete intuito dal mio silenzio anche la nostra Associazione si è allineata alle direttive in vigore.
Sono certo che la cosa più utile e cristiana in questo momento delicato per il nostro bellissimo Paese, sia il rispetto del prossimo e di noi stessi attraverso il rispetto delle regole.
Torneremo ad incontrarci fisicamente appena (e mi auguro presto) l' ondata epidemica sarà stata arrestata e la vita quotidiana potrà riprendere ritmi normali.
Colgo l' occasione, seguendo le esortazioni del nostro sempre presente Consulente Spirituale Don Silvio (che ringrazio apertamente) per ribadire - se ce ne fosse bisogno - l' importanza della Preghiera in momenti come questo. Preghiera per chi ci sta accanto; per gli Operatori Sanitari impegnati in turni massacranti; per i nostri Amministratori e le Istituzioni. Preghiera, ovviamente, per chi soffre; per i nostri Malati e per chi, purtroppo, non riuscirà a superare le complicanze di questa infezione.
Vi ringrazio di cuore per il Vostro sostegno e Vi abbraccio in attesa di poterlo fare fisicamente, speriamo quanto prima possibile.

Paolo Brunamonti Binello